Pubblicati da Marco Bolasco

Il crepuscolo degli chef (secondo Davide Paolini)

Davide Paolini è autore de “Il crepuscolo degli chef, il cibo fra bolla mediatica e crisi dei consumi” (Longanesi), un libro appena uscito che afferma con taglio critico il fenomeno del boom mediatico intorno al mondo del cibo. Il titolo parla chiaro, e Paolini, attraverso un percorso storico interessante e abbastanza inedito, ci va giù […]

Che cos’è un’osteria oggi?

Che cos’è un’osteria oggi. È una domanda che nella redazione di Osterie d’Italia tentiamo di farci ogni anno, spaccando il capello in quattro e cercando di capire come evolvono le cose in un settore apparentemente immobile ma che in realtà sta cambiando profondamente identità. Definizione di Wikipedia: “L’Osteria è un esercizio pubblico nel quale si […]

Mangiare il mare

Esiste una comunità virtuale composta da chi ama il mare di settembre. È passata la piena, questo è certo, e si può godere di un’atmosfera rilassata e silenziosa. Ma lo stesso si potrebbe dire di giugno. Eppure settembre possiede un fascino diverso, per certi aspetti più vissuto e rassicurante, con la temperatura tiepida dell’acqua, i […]

Giovanni Santini, in punta di tegame

È oramai d’uso comune l’espressione “grande chef”, spesso alternata (o affiancata) a quella di chef stellato, perché il giudizio della guida rossa rimane ancora un parametro di riferimento. Difficile però, oggi, riuscire davvero a catalogare gli chef e le loro cucine in un mondo in cui la spettacolarizzazione rimane il parametro di riferimento sia per […]

“Vado al Massimo”… o di Bottura primo al mondo

La vittoria di Massimo Bottura nell’attesa partita dei 50Best, ieri sera, è ben più importante di quella della nazionale azzurra e di molti dei successi italiani degli ultimi anni. È qualcosa che va ben al di là dei punteggi e delle classifiche e – diciamolo subito – non è solo questione di cucina e gastronomia. […]

Roscioli, il pane e la cucina a Roma

La prima volta che sono entrato da Roscioli – era il 1999 – ho trovato un bancone disordinato in cui facevano capolino alcuni prodotti fantastici e un ragazzo di bottega, appassionato quanto sincero. Non avrei mai immaginato che quel luogo, di lì a un lustro, sarebbe diventato un punto di riferimento della gastronomia mondiale. Capii […]

Buono non basta più

Non ricordo se fosse esattamente il 2003, ma ricordo bene il giorno in cui arrivai a Bra per Cheese, la grande manifestazione internazionale dedicata alle “forme del latte”, e incontrai Piero Sardo. In via Principi di Piemonte, vicino ai banchi dedicati ai Presìdi internazionali. Piero mi disse subito, prima ancora dell’intervista, che dovevamo smettere di […]

Something’s happening

Quest’ultima edizione di Identità Golose, probabilmente una delle più interessanti, si potrebbe leggere in modi opposti. Da una parte il trionfo della celebrazione dello chef, dell’autografo strappato a tutti i costi (il selfie è omaggio), del telefonino alzato a fotografare la qualsiasi. Delle groupie e dei fan scatenati, felici della spettacolarizzazione sul palco. Anche questa […]

Maledizioni

È entrato un collega nella stanza dicendo a bassa voce “è morto un cuoco svizzero, Violier mi pare che si chiami”. Io ero distratto a correggere bozze, preso dal testo ma non abbastanza da farmi sfuggire quel nome: da Violier ci volevo andare da anni, una specie di sogno proibito. “Non è possibile” sono schizzato […]

L’era glaciale

L’avanguardia è morta, i congressi di cucina (come li abbiamo conosciuti) sono morti e anch’io non mi sento tanto bene. Battuta scontata ma più che nell’era della post vanguardia qui a Madrid Fusión mi sembra di essere entrato nell’era glaciale. La città, come sempre, accoglie bene e il congresso appare l’ultimo baluardo spagnolo di un’epoca […]