Da Barcelona #13 (La Mar Salada)

Ricordo una bellissima cena al Talaia di Marc Singla, Soler e Adrià. Era il 1999, quasi nulla di quello che conosciamo adesso della Spagna si conosceva ancora. Il suggerimento arrivava da Bob, e la cena la facemmo proprio con Ferran (che era socio), mangiando i piatti del giovane e bravo Marc. Erano tredici anni fa, era un altro mondo: Barcellona ancora brillava per le olimpiadi di sette anni prima, tutto sembrava potersi realizzare, il Gambero Rosso Channel assoldava registi (in questo caso Jesus Garces Lambert) e troupe persino all’estero (con l’aiuto di Rai Sat) e la cucina catalana abbozzava idee, alcune delle quali avrebbero poi fatto parte della storia della nuova cucina europea.

Oggi il Talaia c’è ancora ma è un ristorante come un altro. Il Bulli si sta trasformando in una fondazione, a Barcellona c’è una crisi che fa paura anche ai sassi, e Marc Singla è andato a lavorare dall’altro lato della Barceloneta, in un ristorante che si chiama La Mar Salada. Cucina semplice, di mare, e a pranzo menu a 15euro (entrata, piatto, dessert) con ampia scelta. Vale la pena perché c’è il sole, la brezza di mare arriva e i piatti sono lineari, onesti e saporiti. Come i calamaretti con fagioli si Santa Pau della foto. In alternativa, alla carta, grande pescato a prezzi comunque accettabili.

p.s.: la storia dei tredici anni che sono passati (e un bel po’ di altri) è ben raccontata nella mostra al Palau Robert. Che fa giustizia di ignoranza e luoghi comuni e che vale proprio la pena di vedere.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *