Piazza Duomo, Italia 150 e la pasta

Ricordo come più di una volta si sia parlato del rapporto tra grandi cuochi e “piatti nazionali”. Anche per la scarsa volontà, talvolta, di cimentarsi con i prodotti più semplici. La pasta, quella di semola di grano duro, ha in effetti fatto la sua prima comparsa nei menù dei ristoranti solo da qualche anno. Come minimo prima doveva essere pasta all’uovo, ripiena e da sfoglia tirata a mano. Poi, un pacchero tira l’altro, grazie anche all’impegno e alla crescita di tanti pastai artigianali, ecco che non c’è cuoco (salvo Fabio Picchi) che non abbia un primo piatto di questo tipo.

E siccome la pasta è per antonomasia un “piatto nazionale”, e i festeggiamenti previsti per il centocinquantenario dell’unità d’Italia in Piemonte sono cosa particolarmente sentita, Enrico Crippa ha deciso di fare la sua parte. Propone infatti un menù di 8 portate di sola pasta, dall’antipasto al dolce, giocando su sapori, consistenze e identità. Da Nord a Sud, tra ragù “a 800km”, foie gras e gamberi, il percorso sorprende, diverte e fa pensare. Una sorta di esercizio di stile davvero ben riuscito.

Il menu di sola pasta è disponibile al ristorante Piazza Duomo di Alba (per adesso) fino al 17 marzo, a 110euro. Ah, tranquilli: il piatto fotografato non è nel menù ma rubato in una trattoria del centro di Roma. E non era neanche buono…

2 commenti
  1. Mafaldina
    Mafaldina says:

    Ciao Marco, questo lavoro di Crippa sulla pasta secca mi sembra molto interessante. Mi piacerebbe provare il menu, spero lo riproponga anche dopo il 17 marzo.
    Tu lo hai già provato?

    Rispondi
    • marcobolasco
      marcobolasco says:

      Ho provato alcuni piatti, tutti non ancora. Nel menu ci sono piatti di pasta secca e di pasta fresca, credo. Ad ogni modo la grande novità è l’uso di pasta di semola di grano duro in modo così diffuso

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *