Ho mangiato male

Mi dispiace proprio un po’. Perché è stato uno dei miei luoghi del cuore, e perché considerato un baluardo della ristorazione cittadina a Roma. Ma sabato sera a La Campana ho mangiato male.

La Campana, probabilmente uno dei ristoranti più antichi di Roma, è una trattoria vecchio stampo dalla clientela abituale, a due passi da piazza Navona. Cucina schietta, fondamentalmente tradizionale, ambiente rumoroso, apparecchiatura decente e prezzi giusti. Ci sono tornato con la speranza di recensirlo per Osterie d’Italia 2012 ma non si può fare. Non sono l’unico ad aver tollerato qualche forzatura, negli ultimi anni, come la presenza della vignarola (piatto stagionale per antonomasia) dall’estate all’inverno, senza interruzioni. Ma le buone animelle ai ferri e la mitica torta di mele nel forno (le foto sul sito la ritraggono) facevano perdonare tutto.

Però stavolta i carciofi fritti unti e dall’odore poco piacevole e le mezze maniche che arrivano fumanti esattamente 120 secondi dopo l’ordine (con evidenti conseguenze sul tipo di consistenza della pasta) hanno rovinato tutto.

Peccato, perché il sugo di coda alla vaccinara non era niente male…

Ristorante La Campana

vicolo della Campana, 18

00186 Roma

tel. 066875273

prezzo medio: 40euro (vini esclusi)

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *