Narrare il g(i)usto

Mi appassiona l’idea che venerdì 26 alle 18.30 si premino i migliori narratori di ricette. Lo farà Roberta Corradin, che si è occupata e si occupa da tempo con attenzione del tema scrittura/narrazione del cibo da Eataly Torino.

Di eventi enogastrici ce ne sono ormai a bizzeffe, di quelli in cui si parla, si scrive e non si mangia ce ne sono molti meno (anche se non c’è da temere perché qui le ricette dei primi tre finalisti verranno cucinate dagli chef di Eataly).

Ad ogni modo il tema della scrittura è un tema davvero ancora tutto da esplorare e su cui riflettere, in questo settore. E’ quello che stiamo facendo leggendo e rileggendo in nostri ultimi libri Slow Wine 2011 e Osterie d’Italia 2011 appena usciti. Cercando di pensare a come si può e si deve raccontare meglio questo mondo. Le occasioni per ragionare di questo non sono moltissime e chi ne conoscesse altre e di nuove me lo faccia sapere. Sarebbe anche bello pensare di creare un network sul tema.

3 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *